Sinistri catastrofali

CALCOLA UN PREVENTIVO

Cosa fare in caso di un sinistro catastrofale

Per quanto riguarda i sinistri catastrofali, l'ANIA ha sviluppato un accordo che consente di trovare soluzioni alle liquidazioni,difficoltose in questi casi, sia per la gravità dei danni che ne derivano sia per il livello di complessità delle indagini sulla ricostruzione delle dinamiche dell'evento che consentirebbero di individuarne gli eventuali responsabili. Le normali procedure di risarcimento richiederebbero tempistiche estremamente dilatate.

Sinistri Catastrofali

Per questo nel caso in cui nell'incidente siano coinvolti almeno 40 veicoli a motore il sinistro è considerato catastrofale. Rientra nella medesima definizione un evento che coinvolga da 20 a 39 veicoli senza che sia possibile attribuirne la responsabilità a nessuno di essi in particolare. In questo secondo caso è necessaria una delibera della Presidenza della Sezione Tecnica Automobili di Ania, affinchè il sinistro possa essere considerato catastrofale. Saranno calcolati tutti i veicoli coinvolti nel sinistro, anche quelli non assicurati con compagnie aderenti all'accordo. Verranno esclusi i veicoli a motore trasportati da altri veicoli.

Una volta che è stato stabilito che il sinistro sia di questo genere, ciascun automobilista potrà rivolgersi alla propria compagnia per il risarcimento, senza che sia necessario individuare i responsabili.

In caso di richieste di risarcimento da parte del guidatore di un veicolo non presente nei verbali delle autorità intervenute, sarà necessario ricorrere ad una certificazione ulteriore, quale un foglio di constatazione amichevole sottoscritta anche dal conducente del veicolo. Sarà poi necessario anche informare la Commissione per i sinistri Catastrofali, per poter gestire il risarcimento del danno secondo accordo.

L'accordo stabilisce che le compagnie aderenti debbano risarcire fino 1.500.000,00 euro per ciascun veicolo assicurato, a meno di deroghe. Quindi le imprese aderenti risarciranno direttamente i danni dei propri assicurati (veicolo, conducente non colpevole, trasportati) e alle persone (fuori dai veicoli). I risarcimenti versati non incidono sul massimale di polizza che rimane integro e a disposizione eventualmente per pagamenti fuori dall'accordo. Tutti i risarcimenti versati secondo quanto stabilito dall'accordo saranno successivamente suddivisi pro quota tra gli assicuratori aderenti secondo le rispettive quote di portafoglio rca. Anche gli assicuratori che non siano stati coinvolti nel sinistro faranno parte di questo conteggio.

Per semplificare: chi sia stato coinvolto in un maxitamponamento con più di 40 veicoli ed è assicurato con una compagnia che ha aderito all’accordo per i sinistri catastrofali, non dovrà preoccuparsi di individuare il responsabile del sinistro, ma potrà rivolgersi direttamente al proprio assicuratore.