Piani di Risparmio e Investimenti

CALCOLA UN PREVENTIVO
Piani di Risparmio e Investimenti

Polizzamigliore.it può consigliarti per investire al meglio i tuoi risparmi o accumulare piccole cifre mensili. Faremo il possibile per proporti sempre le polizze con i minori costi di gestione (caricamenti) assicurando a te il miglior rendimento.

I nostri consulenti previdenziali sapranno consigliarti, fra le proposte delle migliori compagnie di assicurazioni italiane, il prodotto assicurativo/finanziario più adeguato ai tuoi obiettivi di rendimento, considerando innanzitutto la tua propensione al rischio.

A chi ha a disposizione un capitale da investire e non vuole rischiare troppo, Polizzamigliore.it consiglia una polizza vita a premio unico che investe la maggior parte del capitale in un fondo a gestione separata della compagnia e la parte minore del capitale in più fondi unit linked.

Per chi preferisce investire gradualmente, accumulando piccole cifre mensili, da far rendere al meglio, Polizzamigliore.it consiglia una polizza di assicurazione vita a premi ricorrenti.

Contatta al più presto i consulenti previdenziali Polizzamigliore.it per farti consigliare, confrontare le assicurazioni vita delle Compagnie con le quali collaboriamo, i premi minimi delle polizze proposte, la durata, i costi di gestione (caricamenti)  e i rendimenti degli ultimi anni.

Approfondimenti su Risparmio e Investimenti assicurativi

Cosa sono i PIR

Per PIR intendiamo i piani individuali di risparmio, sono stati introdotti nell’ordinamento italiano grazie alla legge di bilancio del 2017, ma perché sono così importanti?

I PIR sono una forma di investimento a medio termine, che permettono di investire nelle imprese italiane, con particolare attenzione alle piccole e medie imprese. Il contraente che mantiene per 5 anni questo tipo di sottoscrizione e soprattutto se soddisfa determinate condizioni è garantita l’assenza di tassazione e sono riservati solamente alle persone fisiche. I piani di investimento individuale non hanno una durata massima, però hanno una durata minima che appunto come dicevamo prima è di 5 anni, chiunque infatti voglia recedere dal contratto prima dovrà pagare una tassazione sul guadagno del 26%.

Sono presenti sul mercato internazionale già da molto tempo e sono dedicati ai piccoli investitori, infatti la loro particolarità sta nel fatto che per singolo investitore è permesso un limite di investimento pari a 150.000€ pari ad un limite di 30.000€ annui, è inoltre importante ricordare che su questo tipo di investimento, è esente la tassazione anche per quanto riguarda il guadagno, il dividendi o successioni e donazioni.

Dal 2017 la legge di bilancio è stata modificata ben due volte, la prima nel 2019 e infine nel 2020 dove per obbligo di legge gli investimenti devono rispettare determinati criteri, il 70% del capitale deve essere investito in imprese italiane sia quotate che non, il 30% del 70% sopracitato deve essere investito in imprese che non rientrano nel paniere del FTSMib, infine non più del 10% del portafoglio può essere destinato a strumenti dello stesso emittente.

Perché investire dunque nelle PMI (piccole medie imprese) con un piano individuale di risparmio?

La risposta è molto semplice, fare un investimento di medio termine di soli 5 anni permetterà sia di fare un investimento con pochi risparmi ma soprattutto permette al contraente di non pagare nessuna tassazione sui guadagni, che attualmente è prevista al 26%.

Piano di accumulo (PAC)

Vediamo ora il PAC o come tutti lo conosciamo Piano di accumulo, consiste in un piano d'investimento che avviene attraverso il versamento periodico di un determinato importo per un periodo di tempo predeterminato.

Come avviene questo tipo di investimento?

Organismi di investimento collettivo del risparmio, investono in strumenti finanziari da loro gestiti differenziandoli in base a determinati criteri che possono essere: numero delle rate, importo minimo della singola rata, importo del versamento iniziale.

A differenza di altri piani di investimento è possibile sospendere o revocare il PAC in un qualsiasi momento. Poiché l’imposta sul guadagno è posta al 26% sarà necessario valutare con un consulente la durata dell’investimento infatti conviene sempre di più allungare i termini di chiusura del contratto in quanto la volatilità del mercato permette di ottimizzare un rischio rendimento maggiore rispetto ad un investimento di breve periodo.

Dai un voto a questa pagina

Punteggio: 4,53 / 5 di 3 voti

Pagina: /assicurazione-risparmio-investimenti.aspx