Polizze per il superecobonus 110%

PREVENTIVO RC AUTO PREVENTIVO RC MOTO

Inserito da Polizzamigliore.it il 15/10/2020  

Polizze per il superecobonus 110%

Dal rilascio del Decreto Rilancio, che ha dato il via definitivo all’Ecobonus al 110% o Superbonus, è iniziata la ricerca alla polizza migliore da parte dei professionisti coinvolti dalla misura.

Il mercato assicurativo, nonostante le incertezze che ancora esistono sulle norme di legge, si è già mosso per rispondere alle nuove esigenze dei suoi clienti: le soluzioni proposte in risposta al decreto sono già molte, per lo più orientate all’integrazione delle Rc già esistenti.

Si sta rivolgendo particolare attenzione ai profili tecnici, quali ingegneri, architetti, geometri e periti, a cui è specificamente rivolto il decreto legge 34\20, che richiede una copertura assicurativa adeguata, con massimale minimo di 500mila Euro, a tutte le figure professionali che intendano asseverare le opere del Superbonus.

La proposta a riguardo proveniente da Reale Mutua prevede la possibilità di percorrere due strade:

la prima è una polizza dedicata ad ogni opera singola, con un massimale adeguato al valore e una copertura valida per dieci anni a partire dall’asseverazione; la seconda opzione prevede invece la sottoscrizione di una formula di massimale a consumo che riguardi tutte le asseverazioni che il professionista svolgerà durante la durata del contratto.

Un’altra risposta arriva dal broker Assigeco, intermediario autorizzato Lloyd’s, che ha appositamente creato sul proprio sito online una specifica sezione consultabile.

In particolare, il managing director di Assigeco ha spiegato che le coperture All risk comprendono di norma le attività di asseverazione, includendo dunque anche quella legata al Superbonus, proponendo quindi la semplice adeguazione del massimale della Rc già esistente, possibile attraverso un’immediata procedura online o, in alternativa, la sottoscrizione di un’assicurazione Stand alone, che richiama appositamente il Dl 34\2020.

Un’ulteriore opzione viene offerta anche da Amissima, convenzionata con alcuni enti, tra cui Agefis, ovvero l’assicurazione dei geometri fiscalisti. Così come per le precedenti Compagnie, Amissima permette a chi già possiede una Rc di integrare il contratto, specificando che il massimale costituisce una copertura autonoma per una specifica attività; in caso invece il cliente non fosse già possessore di una polizza, potrà stipularne una nuova con il richiamo al decreto.

Ma, date le scarse direttive incluse nel decreto, non tutte le compagnie concordano sul fatto che l’attuale Rc obbligatoria per i professionisti possa essere sufficiente: secondo alcuni vi sarebbe infatti il bisogno di una copertura specifica, dedicata unicamente a tale attività e con massimali adeguati e con una validità temporale che garantisca eventuali risarcimenti fino a 10 anni.

Per fugare questi dubbi, secondo Cristiano Dalgrosso, Head of Consumer and commercial continental Europe del broker Marsh, sarebbe necessaria la precisazione di una linea da seguire da parte del Mise o dell’Agenzia delle Entrate.

La questione pare meno intricata per commercialisti o consulenti del lavoro, che intervengono in ultima istanza apponendo il visto di conformità: questa mansione rientra infatti all’interno della normale attività di queste categorie e, proprio per questo, rientra normalmente tra le coperture delle assicurazioni All risk, come affermato da Maurizio Pascal, Consigliere Nazionale Commercialisti.

? naturalmente necessario, in questo caso, verificare che l’apposizione del visto sia effettivamente compresa all’interno della propria polizza, oltre, naturalmente, ad accertarsi che il massimale sia adeguato, soprattutto per quelle figure che si troveranno di fronte a molte pratiche con importi delle opere elevati.

Analizzando le varie proposte attualmente presenti sul mercato, emerge un’altissima variabilità: il premio per una classica Rc base che includa l’attività di asseverazione può partire da 350 Euro, ma per polizze realizzate appositamente per il Superbonus, per un importo di lavoro di circa 80mila Euro, il premio può arrivare alla cifra di 1050 Euro, compresa la percentuale di intermediazione del broker.

Appare quindi chiaro che per professionisti o studi che si occuperanno di opere con importi significativi, si parla di diversi milioni di Euro, il costo inevitabilmente si alzerà ulteriormente, fino ad arrivare a diverse migliaia di Euro.

Il prezzo non è però l’unica voce a cui prestare attenzione durante la ricerca di una polizza: spesso non si considera nella scelta la quota di franchigia o scoperto, che è in realtà un dato fondamentale che fa riferimento ai costi che, in caso di intervento della compagnia assicurativa, rimarrebbe a carico dell’assicurato e che nel caso di alcune Rc in commercio può arrivare fino al 20%.

Dai un voto a questa pagina

Punteggio: 4 / 5 di 1 voti

Pagina: /news/polizze-superecobonus-110