Chip sostituisce il Tagliando Assicurativo

PREVENTIVO RC AUTO PREVENTIVO RC MOTO

Inserito da Polizzamigliore.it il 17/10/2013  

La Gazzetta Ufficiale parla chiaro: da domani, 18 ottobre, entra in vigore il decreto per la dematerializzazione del contrassegno assicurativo.

Chip sostituisce il Tagliando Assicurativo

La Gazzetta Ufficiale parla chiaro: da domani, 18 ottobre, entra in vigore il decreto per la dematerializzazione del contrassegno assicurativo. A piccoli passi si entrerà nell'era del microchip elettronico: le compagnie e i loro clienti avranno tempo fino ad ottobre 2015 per distribuire il nuovo tagliando assicurativo e mettersi in pari con la nuova normativa. Al prossimo rinnovo, probabilmente, ci confronteremo con quest'evoluzione tecnologica, studiata appositamente per ridurre i casi di truffa, contraffazione ed evasione.

Il microchip, infatti, permetterà di registrare ogni movimento (rilascio del certificato, rinnovo, chiusura del contratto) e lo trasmetterà alla banca dati della motorizzazione. Le informazioni saranno così aggiornate in tempo reale e la polizia stradale potrà verificare la validità della copertura assicurativa e non solo.

Le forze dell'ordine che vigilano sulle strade potranno avvalersi del dispositivo per individuare l' auto che abbia violato il codice stradale, rendendo più sicura l'identificazione del veicolo, rispetto al metodo fotografico attualmente in atto, che riprende esclusivamente la targa.

Il chip sarà utile soprattutto per i tutor delle autostrade, per i varchi elettronici delle Ztl, ai caselli autostradali e sulle tangenziali a pagamento: superare i limiti di velocità o entrare in zone a traffico limitato significherà ricevere una multa in tempo reale.

Resta da risolvere, però, il problema della privacy. Il chip, infatti, potrebbe essere utilizzato per localizzare il veicolo in qualsiasi momento, andando a ledere il diritto alla riservatezza dei cittadini. Per questo motivo, il Garante della privacy sollecita una limitazione di accesso alle banche dati e delle specifiche condizioni di conservazione e utilizzo dei dati.